Cronaca

Operazione Carthago: in carcere trafficante internazionale della famiglia "Nizza"

Il 40enne catanese Antonio Marco Romeo, organico della gruppo di Librino, era in contatto con i trafficanti olandesi per l’importazione in Italia di grossi carichi di marijuana e ottimo conoscitore dei canali di approvigionamento della cocaina grezza

I carabinieri hanno arrestato il 40enne catanese Antonio Marco Romeo, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica di Catania. L’uomo in particolare, organico al gruppo di Librino della famiglia di cosa nostra catanese Santapaola-Ercolano, oltre a gestire la piazza di spaccio di droga di viale Bummacaro 16, “incarico” questo originariamente affidatogli dall’allora responsabile del gruppo Fabrizio Nizza (poi divenuto collaboratore di Giustizia) e, quindi, mantenuto con la successione al vertice del fratello Andrea Nizza, era in contatto con i trafficanti olandesi per l’importazione in Italia di grossi carichi di marijuana, nonché ottimo conoscitore dei canali di approvigionamento della cocaina grezza che veniva lavorata per essere immessa sul mercato al dettaglio del capoluogo etneo. Il Romeo, arrestato nel corso dell’operazione “Carthago”, eseguita dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania, dovrà espiare la pena di anni 12 anni e mesi 2 di reclusione per i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Messina Gazzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Carthago: in carcere trafficante internazionale della famiglia "Nizza"

CataniaToday è in caricamento