rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

La casa famiglia Cirs richia la chiusura: mancano fondi per il dissesto

L’associazione offre alle donne un progetto di riscatto sociale, attraverso il reinserimento nel mondo del lavoro

Rischia la chiusura la casa famiglia Cirs di Catania. A lanciare l’allarme è la presidente nazionale del Comitato Italiano di Reinserimento Sociale, Maria Celeste Celi, che si appella alle istituzioni per evitare lo stop. Da oltre un anno la struttura catanese del Cirs non riceve fondi e a breve sarà impossibile continuare a mantenere gli standard assistenziali che oggi offre. Dietro il blocco dei finanziamenti c’è il dissesto del comune enteo.

“E’ un rischio enorme per le cinquanta donne ospiti della casa. Sono lì spesso con i figli - spiega Maria Celeste Celi - tra loro ci sono donne incinte. Sono in fuga dalla violenza, e da noi hanno trovato prima di tutto protezione e assistenza. Che ne sarà di loro e dei loro bambini, se la casa chiudesse? Saranno riconsegnate ai loro aguzzini?”. L’associazione offre alle donne un progetto di riscatto sociale, attraverso il reinserimento nel mondo del lavoro. Le protegge, quindi, ma le rende anche autonome, dando loro un futuro ed un’alternativa che le renda in grado di tenersi lontane per sempre dalla violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La casa famiglia Cirs richia la chiusura: mancano fondi per il dissesto

CataniaToday è in caricamento