Cronaca

Case di riposo, le accuse contro l'avvocato capo del Comune

Secondo quanto emerge dall'inchiesta, che vede indagato Marco Petino - capo della direzione del Comune - ci sarebbe stato un giro di denaro per favorire delle transizioni a una casa per anziani

Non appena le fiamme gialle avevano iniziato a spulciare carte e documenti molte erano le voci di corridoio che avevano anticipato il probabile interesse della giustizia nei confronti delle case di cura convenzionate con il Comune. E così è stato.

Come anticipato da Live Sicilia ci sono indagati eccellenti come il capo dell'avvocatura del Comune Marco Petino. Quest'ultimo è indagato per corruzione. Secondo le accuse avrebbe "adottato atti contrari ai doveri d'ufficio", come si legge nelle carte che raccontano l'inchiesta, ricevendo del denaro sul conto della cognata da parte di Angelo Borzì, consigliere e di fatto amministratore della Maria Regina Società Cooperativa Sociale.

Video | La replica del sindaco

Si tratta di una casa di riposo convenzionata con il Comune dal lontano 2002. A finire nel mirino degli inquirenti è proprio la condotta del capo dell'avvocatura, che con alcuni atti ha avocato a sè tutti i contenziosi legali, per diverse migliaia di euro, con le case di cura. Petino non lo avrebbe comunicato al sindaco e avrebbe "scavalcato" gli altri avvocati che avevano anche incassato delle sentenze favorevoli per l'ente.

Con i suoi pareri e atti avrebbe quindi fatto giungere nelle casse della casa di riposo prima pagamenti per 44mila euro e poi di 225mila euro. Una ulteriore transazione con la casa di cura ammonta a oltre 2 milioni di euro. Pagamenti che sarebbero stati effettuati nonostante delle sentenze favorevoli all'ente. Lo stesso ente che poi andrà in dissesto.

Per questi e altri atti Petino avrebbe ricevuto - stando alle indagini - compensi di circa 18mila euro poi utilizzati per l'acquisto di una barca. Soldi transitati attraverso il conto della cognata.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case di riposo, le accuse contro l'avvocato capo del Comune

CataniaToday è in caricamento