Caselli di San Gregorio, sanzioni per i "furbetti" del Telepass

Lunghe code ai caselli di San Gregorio per rientrare in città dopo il primo fine settimana estivo

foto archivio

Lunghe code ai caselli di San Gregorio per rientrare in città dopo il primo fine settimana estivo. E’ domenica sera e la sottosezione polizia stradale di Giardini Naxos, seguendo delle segnalazioni pervenute da parte di vari automobilisti sulla furbizia di alcuni conducenti nell’eludere le code, ha predisposto un servizio mirato alla barriera di San Gregorio, sulla Autostrada A/18. 49 sono state le violazioni accertate, in appena un’ora, a carico di altrettanti automobilisti furbetti i quali, visto l’intenso traffico, avevano deciso di sfruttare la corsia Telepass al fine di eludere la lunga fila creatasi in prossimità della barriera di San Gregorio, fino alla corrispondenza dell’ingresso delle porte adibite al pagamento in contanti del pedaggio. Gli automobilisti sprovvisti di Telepass, percorrevano indebitamente la corsia dedicata, per poi introdursi in quella destinata ai veicoli che dovevano effettuare il pagamento di pedaggio direttamente alla cassa i cui conducenti, giustamente, non gradivano e, anzi, ostacolavano queste illecite intrusioni. Tutto ciò ha procurato un grave pericolo per la circolazione e un intralcio lungo la corsia Telepass (studiata, invece per snellirlo), dove si sono create delle file proprio a causa di questi “furbi”, fermi in attesa che qualcuno gli cedesse il passo per rientrare nella fila dei pedaggi. Oltre ad accertare le violazioni al Codice della Strada palesi, il servizio di controllo ha garantito il ripristino della corretta circolazione stradale, salvaguardando la pubblica incolumità, anche, anzi proprio, nel rispetto dei tanti conducenti regolarmente incolonnati. Ai trasgressori verrà applicata anche la decurtazione di punti sulla patente, così come previsto dalla normativa vigente. Come se non bastasse, a seguito di ulteriori accertamenti sui veicoli contravvenzionati, è stata riscontrata per alcuni di questi, anche la carenza di copertura assicurativa obbligatoria: per costoro, scatteranno le più gravi sanzioni previste dal Codice della Strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento