Caso Catania, nuovo interrogatorio: Pulvirenti nega di avere scommesso

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, Antonino Pulvirenti è andato nuovamente in tribunale, ascoltato questa volta dal pm Sorrentino, titolare dell'inchiesta "I treni del gol". L'ex presidente rossazzurro ha ribadito di non avere scommesso sulle gare e ha confermato il tentativo di comprarle

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, l'ex presidente rossazzurro, Antonino Pulvirenti, è andato nuovamente in tribunale, ascoltato questa volta dal pm Sorrentino, titolare dell'inchiesta "I treni del gol". Pulvirenti sarebbe apparso rinfrancato a differenza di lunedì, quando aveva dato la sensazione di essere decisamente provato nel corso del'interrogatorio. Dopo aver presentato la richiesta di scarcerazione, infatti, l'ex patron rossazzurro attende la decisione del Gip.

Nel nuovo interrogatorio nessuna novità è emersa rispetto alle dichiarazioni già rilasciate lunedì al gip. Pulvirenti ha confermato il tentativo di comprare 5 gare dello scorso campionato (Varese, Trapan, Latina, Ternana e Livorno), stanziano una somma di 100 mila euro per ciascuna gara, ma ha negato di avere scommesso sulle partite.

Intanto anche l'ex ad rossazzurro, Pablo Cosentino, ha presentato istanza di scarcerazione. Si attende anche per lui la decisione del gip. Sul futuro della squadra l'iscrizione al prossimo campionato resta un rebus, dopo la scadenza dell giornata di ieri, infatti, ci sarebbe tempo fino al 14 luglio per colmare eventuali inadempienze nei pagamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento