Cronaca

Caso fratelli Lombardo: per pm giudice monocratico non competente

I legali del governatore hanno sollevato eccezione di incompetenza del giudice monocratico Michele Fichera nel processo per voto di scambio a carico dei fratelli Lombardo

Risvolti nella nuova udienza che oggi si celebra a Catania per reato elettorale a carico del Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo e di suo fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa.

I  legali del governatore hanno sollevato eccezione di incompetenza del giudice monocratico Michele Fichera  che si sta occupando del processo. La contestazione dell'aggravante di aver favorito l'associazione mafiosa nel processo per reato elettorale al presidente della regione siciliana, Raffaele Lombardo "doveva essere fatta immediatamente, nella scorsa udienza, quindi e' decaduta".


Secondo i pm, dopo la contestazione dell'aggravante mafiosa, gli atti devono passare al tribunale in composizione collegiale. Raffaele Lombardo si e' opposto chiedendo che "continui il procedimento in corso". Il giudice Fichera si e' ritirato in camera di consiglio per decidere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso fratelli Lombardo: per pm giudice monocratico non competente

CataniaToday è in caricamento