Caso Milluzzo, Cgil: "Nessuna obiezione di coscienza può limitare il diritto alla salute"

Saranno i magistrati a fare piena luce sulla morte della povera Valentina Milluzzo ma, in attesa di comprendere cosa è accaduto, le donne della Cgil ribadiscono che nessuna obiezione di coscienza può limitare il diritto alla salute delle donne, fuori e dentro il perimetro della legge 194

È il dipartimento politiche di genere della Cgil di Catania coordinato da Angela Battista e il segretario generale della Camera del lavoro, Giacomo Rota, ad intervenire a proposito del drammatico caso avvenuto all'ospedale Cannizzaro di Catania, ricordando che proprio la scorsa primavera, a tre anni di distanza dal Reclamo collettivo (n. 91 del 2013) da parte della Cgil nazionale, è stata resa pubblica, dopo il lungo periodo di embargo, la decisione di merito con cui il comitato europeo dei diritti sociali del Consiglio d’Europa ha nuovamente riconosciuto che l’Italia con l'elevato numero di medici obiettori di coscienza, viola i diritti delle donne che – alle condizioni prescritte dalla legge 194/1978 – intendono interrompere la gravidanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo Stato deve sempre garantire la presenza di un medico non obiettore, e gli ospedali possono avvalersi della contrattazione per permettere la mobilità da un luogo di lavoro all'altro al medico non obiettore che garantisca questo diritto al momento del bisogno. - concludono Battista e Rota- Aspettiamo dunque la verità augurandoci che venga fatta al più presto, e che non si sia trattato di un caso di 'vuoto dei diritti''ancora una volta a danno delle donne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento