Caso Myrmex, lettera aperta degli ex dipendenti al presidente Musumeci

"Il Natale è speranza. Vogliamo che lo sia pure per noi"scrivono al presidente della Regione i 35 ricercatori in lotta

I 35 ex ricercatori della Myrmex non smettono di lottare ecercare soluzioni affinché il laboratorio di eccellenza continui a vivere e chiedono, con una lettera aperta al presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci di intervenire per salvare l'azienda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Caro Presidente Musumeci, anche quest'anno, nonostante noi ex ricercatori della Myrmex siamo stati buoni, il Natale che ci aspetta sarà colmo di sacrifici e preoccupazioni. Da 4 anni a questa parte le nostre famiglie sono state messe in ginocchio da una lettera di licenziamento, togliendoci la serenità. Da 4 anni a questa parte, sotto l'albero abbiamo trovato prima la cassaintegrazione e poi il licenziamento, e quest' anno che pensavamo di ricevere qualcosa di meglio, troviamo invece un sacchetto scuro e sporco, contenente le spoglie dell'ultima speranza di riconquista del nostro posto di lavoro, che eppure avevamo accarezzato a partire dal 23 ottobre 2017 con la delibera 484 approvata dal precedente governo regionale sulla salvaguardia dell'occupazione dei ricercatori Myrmex. Noi ricercatori licenziati. Noi vittime di una beffa, perché come un fulmine a ciel sereno subiamo la notizia dell'acquisto del laboratorio Myrmex da parte del CNR per un puro atto speculativo. Noi senza sogni che eppure eravamo certi di poter realizzare rientrando a lavorare nel nostro laboratorio, che è stato per più di trent'anni la nostra seconda casa. Se quelle pareti potessero parlare ne avrebbero di cose da raccontare; sono depositarie delle nostre vittorie ed anche delle nostre sconfitte scientifiche, e della gioia che provavamo nel lavorare insieme. Noi, sig. Presidente, eravamo proprio un bel team. Un regalo però caro presidente Musumeci glielo vogliamo chiedere. E lei è ancora in tempo a farcelo avere: interceda affinché il CNR desista dall'acquisto del nostro laboratorio senza il quale non siamo nulla. Sig. Presidente, le chiediamo di rendere esecutiva la delibera del 23 ottobre 2017 sulla salvaguardia dell'occupazione. In questo modo ci restituirebbe la dignità di lavoratori e la serenità; a noi ed alle nostre famiglie. Faccia in modo che la legalità vinca sull'illegalita ed il malaffare in questa nostra martoriata terra di Sicilia. Ci rifletta sig. Presidente. Sarebbe un regalo importante per noi, per le nostre famiglie e per il territorio. Noi ex lavoratori Myrmex rimaniamo in attesa. Il Natale è speranza. Vogliamo che lo sia pure per noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento