Caso Myrmex, sit in davanti al Palazzo Esa: "Lavoratori sempre più arrabbiati"

Tornano alla carica i lavoratori della Myrmex che hanno protestato per ricordare alla Regione Sicilia la necessità di esprimersi sulla "dubbia legittimità della delibera di giunta regionale approvata durante il governo Lombardo"

foto archivio

Sit-in di protesta dei lavoratori della Myrmex davanti al palazzo Esa di via Beato Bernardo. I manifestanti, spiegano i sindacati in una nota, intendono "ricordare alla Regione Sicilia la necessità di esprimersi sulla presunta dubbia legittimità della delibera di giunta regionale approvata durante il governo Lombardo, che sancisce la facoltà di rilevare l'azienda da parte della Regione al valore simbolico di un euro per poi cederla ad un imprenditore designato dalla Regione stessa. Delibera che ancora oggi, in un contesto nebuloso, non viene riconosciuta dall'attuale governo regionale".

"Bisogna, inoltre - aggiungono i sindacati -, che vengano create le condizioni affinchè il laboratorio venga comprato e rilanciato e questo passaggio può diventare realtà solo con l'aiuto delle istituzioni". "Il nostro aut aut - dicono i lavoratori - è rivolto alla Regione. Siamo oramai pronti a giocare il tutto e per tutto. Chiederemo anche l'attenzione del governo nazionale su questo punto". Presenti al sit-in rappresentanti sindacali della Cgil, della Uil e della Cisal.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento