Gruppo Meridi, firmata cassa integrazione per gli ex lavoratori Fortè

Se il Ministero si pronuncerà positivamente sull'approvazione della Cigs, i 465 lavoratori della Meridi potranno accedere alla cassa integrazione straordinaria

Si è svolto oggi, presso il centro per l'Impiego di Catania, l'incontro tra gli amministratori giudiziali della "Meridi srl", azienda a marchio Fortè, e le organizzazioni Sindacali. E' stato siglato l'accordo per la cassa integrazione straordinaria dei lavoratori non più in servizio.

"Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto. Nelle prossime settimane - commenta a caldo Mimma Calabrò, Segretario Generale della Fisascat Cisl Sicilia - se il Ministero si pronuncerà positivamente sull'approvazione della Cigs, i 465 lavoratori della Meridi potranno accedere alla cassa integrazione straordinaria, con decorrenza dal 7 gennaio 2020, che permetterà loro di poter finalmente tirare un sospiro di sollievo. Una situazione delicata quella che ha coinvolto negli ultimi mesi questi lavoratori - continua Calabrò - che hanno dovuto affrontare il proprio quotidiano compiendo enormi sacrifici dal momento che non percepiscono alcuna retribuzione da oltre 7 mesi. Abbiamo appreso, inoltre, con favore che gli amministratori si siano già messi in contatto con i fornitori e i proprietari degli immobili riattivando i flussi aziendali e facendo in modo che l'Azienda possa registrare una ripresa ed essere appetibile sul mercato nel caso di eventuali acquirenti. Importante passo avanti, dunque, quello compiuto oggi - conclude la sindacalista - Continueremo a seguire, presso le Istituzioni compenti, gli svilluppi della vertenza sempre a fianco dei lavoratori coinvolti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento