menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassa integrazione per i dipendenti della “Dacca”: firmato accordo per 30

I dipendenti saranno interessati dal provvedimento a rotazione. Intanto, la messa al bando della plastica, causa scatenante della crisi, che si è aggiunta alle vecchie e purtroppo consolidate problematiche aziendali, è stata rinviata al 2023

È stato firmato al Ministero del Lavoro un accordo per la cassa integrazione per i 30 lavoratori dell’azienda “Dacca” di Aci S. Antonio, marchio storico catanese produttore di stoviglie monouso in plastica. I dipendenti saranno interessati dal provvedimento a rotazione. Intanto, la messa al bando della plastica, causa scatenante della crisi, che si è aggiunta alle vecchie e purtroppo consolidate problematiche aziendali, è stata rinviata al 2023.

Soddisfazione è stata espressa dalla Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil di Catania, per il raggiungimento dell'accordo “che garantisce la prosecuzione della produzione da parte di un marchio storico catanese eccellenza del nostro territorio. Ci auspichiamo che l'azienda porti avanti il prima possibile il piano di riconversione. Da parte nostra stiamo già lavorando con le sigle nazionali, affinché venga fissato un incontro al MISE per ma riconversione dell'azienda Dacca verso produzioni eco sostenibili che mantengano i livelli occupazionali”.

Pochi giorni fa si è tenuto un incontro al Mise, (Ministero Sviluppo Economico) tra le segreterie nazionali dei sindacati di categoria di Cgil Cisl e Uil e la Federazione della gomma e plastica, per sensibilizzare il governo affinché vengano trovate soluzioni alle normative europee e nazionali sul bando della plastica relativamente agli impatti occupazionali e produttivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Spostamenti tra Regioni - Cos'è e come ottenere il 'certificato verde'

Salute

Salute della donna, open week per la prevenzione

Casa

Scope elettriche - I migliori modelli sul mercato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento