rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Cassa integrazione, Uil lancia allarme per il triste primato in città

Catania è tragicamente primatista con un più 197%". Ad affermarlo è il segretario della Uil, Angelo Mattone, citando il quarto rapporto sulla Cassa integrazione diffuso dal sindacato

"Tra il primo quadrimestre 2012 e lo stesso periodo del 2013, soltanto sedici province hanno conosciuto in Italia un aumento delle ore richieste di cassa integrazione in deroga. In questo elenco, Catania è tragicamente primatista con un più 197%". Ad affermarlo è il segretario della Uil, Angelo Mattone, citando il quarto rapporto sulla Cassa integrazione diffuso dal sindacato.

"A San Pietro Clarenza, intanto - ricorda il sindacalista - la crisi economica e l'arretramento dello Stato sociale hanno mietuto oggi un'altra vittima, travolta da una recessione che in edilizia sta producendo gli effetti più devastanti. Di mancanza di occupazione, oggi, si muore più che mai a causa dell'assenza di politiche che tutelino la dignità del lavoro rispetto al primato, sempre più tirannico, della finanza".  

"Questa provincia - conclude il leader della Uil di Catania - soffre più di altre, è bene che ciò si sappia. Per questo pretendiamo da tutte le istituzioni, oltre che dalle parti sociali, uno sforzo maggiore perchè la città riceva finalmente risposte alla propria ormai cronica fame di lavoro, di sviluppo, di opportunità. Noi siamo impegnati a cercare risposte alla desertificazione produttiva e all'allargamento dello spread sociale che consegnano ogni giorno nuovi poveri e sempre più disperati terminali a questo territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione, Uil lancia allarme per il triste primato in città

CataniaToday è in caricamento