Castel di Iudica, false dipendenti Inps rubano nelle case di anziani: denunciate

Negli ultimi mesi avrebbero compiuto rapine in casa di anziani a Castel di Iudica fingendosi dipendenti comunali o dell'Inps con l'incarico di verificare la corretta erogazione della pensione. Per questa ragione i carabinieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Caltagirone due donne residenti nella provincia di Siracusa

Negli ultimi mesi avrebbero compiuto rapine in casa di anziani a Castel di Iudica  fingendosi dipendenti comunali o dell'Inps con l'incarico di verificare la corretta erogazione della pensione. Per questa ragione i carabinieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Caltagirone due donne residenti nella provincia di Siracusa, G. A., di 25 anni, e C.V., di 24.

Nei casi denunciati il modus operandi era sempre lo stesso: una delle due donne si spacciava per medico e con la scusa di visitare la vittima la distraeva facendola sdraiare su un divano o su un lettino, mentre l'altra si dava da fare arraffando tutto quello che di valore gli veniva a tiro. Nel caso in cui la ricerca non andava a buon fine erano le stesse donne a chiedere alle vittime di vedere le banconote che avevano per inserirne i numeri di serie in un fantomatico modulo per la pratica della pensione.

Le false dipendenti, terminata l'azione, che in media durava circa 30 minuti, si erano allontanate a bordo di una autovettura di colore bianco. Ed è stata proprio questa la circostanza che ha consentito ai militari della stazione di Castel di Iudica di arrivare alla due donne, sorprese da una pattuglia nel centro abitato a bordo di una Volkswagen Polo bianca, e le cui fattezze corrispondevano alla descrizione delle vittime dei furti.

Le due donne sono state riconosciute dalle anziane vittime. Gli investigatori stanno verificando se le due donne si siano rese responsabili di episodi simili nelle province di Catania e di Siracusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento