Castiglione di Sicilia, armato di fucile aveva seminato il panico: trovato morto

L'uomo - che non era in buone condizioni di salute mentale - sarebbe fuggito da casa con un fucile girovagando tutto il giorno tra le vie del paese. I carabinieri, in borghese, lo hanno cercato dalla mattina. Era figlio di un forestale deceduto in un incendio

Un uomo armato di fucile, da questa mattina, ha seminato il panico tra gli abitanti di Castiglione di Sicilia. Il suo corpo, dopo ricerche che si sono protratte per tutto il giorno, è stato ritrovato privo di vita, vicino la sua abitazione a Catena.

Francesco Zumbo era fuggito da casa in pigiama con un fucile e con lo stesso si sarebbe poi tolto la vita.

I carabinieri in elicottero e anche in borghese, lo hanno cercato tutto il giorno. Era figlio di un forestale deceduto in un incendio. Ieri mattina anche le scuole sono state chiuse per evitare qualche folle gesto.

I carabinieri di Randazzo, contattati telefonicamente, avevano mantenuto lo stretto riserbo sulla notizia: nessuna informazione perchè impegnati nelle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento