“Catanesi per nascita”, un riconoscimento simbolico di cittadinanza per gli stranieri

Il registro sarà riservato ai giovani con meno di 18 anni nati nella città etnea. Bianco: "Questa è una battaglia di civiltà: chi nasce qui deve avere gli stessi diritti e gli stessi doveri degli altri cittadini"

La Giunta comunale di Catania ha deliberato il Regolamento del registro “Catanesi per nascita” che passerà adesso all’esame del Consiglio comunale. Il Registro sarà riservato ai giovani con meno di 18 anni nati a Catania, figli di stranieri residenti e che non hanno la cittadinanza italiana.

“Bisogna rendersi conto – ha detto Bianco – che i bambini, i ragazzi, sono energia pura e che la legge attuale priva il nostro Paese di risorse vitali per il futuro sviluppo di un sistema adeguato alla globalizzazione. Io sono assolutamente d’accordo con il Presidente Napolitano quando afferma il diritto di cittadinanza fondato sullo ‘Ius soli’, il diritto della terra: come si fa a pensare che un giovane innamorato di Catania perché c’è nato, che parla il nostro dialetto, che magari tifa rossazzurro, possa non essere un nostro concittadino?”

“I cittadini stranieri – ha aggiunto Bianco – residenti e registrati all’anagrafe del Comune sono 13.326. Tra loro ci sono moltissimi bambini e ragazzi che soltanto al compimento dei diciotto anni potranno chiedere la cittadinanza italiana, anche se spesso non conoscono nemmeno il Paese d’origine. Questa è una battaglia di civiltà: chi nasce qui deve avere gli stessi diritti e gli stessi doveri degli altri cittadini”

Il provvedimento, redatto dalla direttore generale del Comune Antonella Liotta, si richiama alla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia, ricorda come la legge italiana del 1992 non prevedesse il riconoscimento della cittadinanza ai minori stranieri residenti, e come invece la Convenzione europea sulla nazionalità del 1997 esortasse gli Stati a facilitare l’acquisizione della cittadinanza per “le persone nate nel suo territorio”.

“Nella proposta di deliberazione – ha spiegato Antonella Liotta – si ricorda come il diritto alla cittadinanza del Paese in cui si nasce sia riconosciuto in molti Stati di tradizioni democratiche come Stati Uniti, Francia e Germania, e abbia consentito a molti figli di nostri connazionali emigrati di integrarsi nella vita sociale. Si ricorda inoltre come in Italia siano state presentate in Parlamento numerose proposte di legge di Riforma del diritto di cittadinanza e come vi sia un forte movimento d’opinione in questo senso. L’Unicef, per esempio, ha lanciato la campagna ‘L’Italia sono anch’io’, promossa anche da numerose organizzazioni della Società civile come Acli, Arci, Caritas Italiana, Emmaus Italia, Fcei-Federazione Chiese Evangeliche in Italia.”

Il Regolamento disciplina l’istituzione del Registro dei Catanesi per nascita “quale riconoscimento simbolico di cittadinanza civica speciale ai nati in Italia da genitori stranieri residenti nel Comune di Catania, volto a promuovere i principi di uguaglianza tra persone che nascono, vivono, crescono, studiano e lavorano nella Città di Catania, contribuendo a rimuovere gli ostacoli di natura sociale in attesa che la legislazione rimuova gli ostacoli di natura giuridica”.

Il Regolamento diventerà esecutivo con la deliberazione del Consiglio comunale e resterà in vigore fino all’approvazione da parte del Parlamento di una normativa che riconosca la Cittadinanza italiana per “Ius soli”. Se approvata, la delibera sarà inviata al Presidente della Repubblica e ai Presidenti di Camera e Senato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento