menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Catania-Chievo, forzano l'ingresso dello stadio: denuncia e daspo per 4 ultras

Dopo aver allontanato con forza uno steward, un ultras si è impossessato dei comandi di controllo del varco e, girando la chiave per lo sblocco manuale della griglia di accesso, ha tentato di far accedere liberamente altri soggetti posti ancora all'esterno

Lo scorso 29 settembre allo Stadio “A. Massimino” di Catania si è disputato l’incontro di calcio Catania-Chievo Verona.
Nel corso delle fasi di ingresso del pubblico all’interno dell’impianto sportivo alcuni ultras della curva nord si sono accalcati a ridosso dei varchi in cui sono installati i tornelli cominciando a fare delle pressioni contro tale dispositivo, allo scopo di far entrare qualche soggetto che era privo di biglietto di ingresso.

Gli stewards posti al controllo di tali postazioni hanno tentato di far desistere tali soggetti dall’azione di forzatura che si stava per attuare ma a ne è scaturita una reazione violenta da parte dei tifosi. Questi, in un primo momento, hanno materialmente forzato l’apertura di due diversi tornelli girevoli introducendosi in due e spingendolo con particolare irruenza, opponendosi quindi con forza agli stewards che dall’interno tentavano di  impedire l’accesso forzato. Successivamente  due di essi si sono scagliati violentemente contro uno degli steward afferrandolo e spingendolo contro una vicina parete.

Nel frattempo, approfittando di tali concitate fasi, dopo aver allontanato con forza uno steward, un altro degli altri ultras che poco istanti prima aveva forzato il tornello insieme ad un altro soggetto senza biglietto, si impossessa dei comandi di controllo del varco e girando la chiave per lo sblocco manuale della griglia di accesso tenta di far accedere liberamente altri soggetti posti ancora all’esterno.

Immediata attività di indagine degli agenti della Digos, che hanno cominciato a visionare con particolare attenzione le immagini del sistema di video sorveglianza dell’impianto sportivo allo scopo di individuare i responsabili dell’aggressione. Gli agenti sono giunti quindi ad individuare i 4 ultras responsabili che sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di resistenza ad incaricato di pubblico servizio, in concorso tra loro nonché  per le violazioni previste dalla legge 401/89 c.d. legge antiviolenza negli stadi che puniscono, tra i diversi comportamenti anche quelli di chi compie azioni di violenza su cose o persone in occasioni di manifestazioni sportive e supera indebitamente una separazione dell’impianto come nel caso dei due soggetti che oltre ad aggredire con gli altri gli steward si intoducono allo stadio senza biglietto di ingresso. In relazione a quest’ultimo comportamento è stata altresì contestata la violazione del regolamento d’uso dell’impianto sportivo che prevede il pagamento di una somma di denaro
  
Ai quatto ultras M.F. dell’89 - Q.C. dell’82 - S.G. dell’89e L.S. del ’94, tre dei quali con precedenti per vari reati verrà comminato dal Questore di Catania il DASPO che lascerà a lungo questi tifosi fuori dagli stadi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento