Catania, Cosentino davanti al Gip: "Estraneo ai fatti, se Pulvirenti lo ha fatto è folle"

Lo ha riferito il suo legale, l'avvocato Carmelo Peluso, che ha aggiunto: "Cosentino si è già dimesso e ha detto al giudice che il suo futuro non sarà più a Catania. Domani scade il suo contratto che non verrà rinnovato"

Avvocato Carmelo Peluso, legale di Pablo Cosentino

Pablo Cosentino è stato interrogato davanti al Gip Fabio Di Giacomo che lo ha sentito, questa mattina, nell'ambito dell'inchiesta sulle partite comprate. Lo ha riferito il suo legale, l'avvocato Carmelo Peluso, che ha aggiunto: "Cosentino si è già dimesso e ha detto al giudice che il suo futuro non sarà più a Catania. Domani scade il suo contratto che non verrà rinnovato"

"Cosentino ha detto che se avesse voluto comprare le partite - spiega Peluso, riportando le parole di Cosentino - non avrebbe rafforzato la squadra a gennaio. Ha aggiunto che se avesse fatto questo sarebbe un folle e se lo ha fatto Pulvirenti è un folle".  "Sulla presunta frase su Lotito - conclude il legale di Cosentino - non è stato detto nulla, non era nell'ordinanza e non è stata oggetto da parte del giudice".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento