Assalto al pullman della Juventus, la polizia visiona il filmato per eventuali Daspo

Secondo quanto riferiscono fonti investigative, il gruppetto di persone che ha ostacolato il pullman juventino era in realtà in cerca del bus su cui viaggiava il Catania, finito nel mirino della tifoseria a causa del cattivo rendimento e dell'ultimo posto in classifica

Nervi tesi per i tifosi del Catania. Tensione in campo ma anche fuori. Catania-Juventus è stata una partita caratterizzata da scontri duri, proteste vivaci e cartellini sino all'espulsione del centravanti rossazzurro Bergessio.

La sfida tra gli etnei e la capolista ha avuto un prologo piuttosto movimentato, come testimonia un video girato sul pullman bianconero all'arrivo allo stadio Massimino e pubblicato online sul sito della Gazzetta dello Sport.

Le immagini fanno seguito alle dichiarazioni rilasciate nel prepartita dall'amministratore delegato juventino Giuseppe Marotta, che aveva parlato di "inciviltà" riferendosi a un lancio di oggetti da parte dei sostenitori rossazzurri, e documentano le difficoltà del bus bianconero, attorniato dai tifosi di casa tra fumogeni e tentativi di forzare il cordone di sicurezza delle forze dell'ordine.

Secondo quanto riferiscono fonti investigative, il gruppetto di persone che ha ostacolato il pullman juventino era in realtà in cerca del bus su cui viaggiava il Catania, finito nel mirino della tifoseria a causa del cattivo rendimento e dell'ultimo posto in classifica. Non sono stati comunque registrati feriti ne' fermati.

La polizia sta visionando il filmato per identificare i coinvolti e verificare eventuali Daspo. Non c'è stato lancio di oggetti, ne' alcun contatto, mentre sono stato una quindicina gli agenti subito intervenuti sul posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento