rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Catania-Madrid, nasce l'Asociaciòn Siciliani in Spagna-Falcone e Borsellino

Promuovere il patrimonio culturale, artistico e naturale siciliano. Valorizzare l'immagine della Sicilia come terra di lotta alla mafia e alla criminalità. Sono alcuni degli obiettivi dell'associazione senza scopo di lucro, fondata dal catanese Alberto Caltabiano

Promuovere il patrimonio culturale, artistico e naturale siciliano. Aiutare la comunità italiana e fare da ponte con la Sicilia per permettere, a chi decide di venire in Spagna o di rientrare in Sicilia, di trovare un gruppo pronto ad aiutarlo e ad accoglierlo. Valorizzare l'immagine della Sicilia come terra di lotta alla mafia e alla criminalità. Sono alcuni degli obiettivi dell'Asociaciòn Siciliani in Spagna-Falcone e Borsellino, fondata da Alberto Caltabiano, catanese che, da tanti anni, vive in Spagna ed è Payment Analyst per un'azienda mondiale che opera nel trasporto aereo. 

"Dopo essermi laureato in Economia Aziendale presso l'Università di Catania, ho deciso circa 12 anni fa di andare all'estero, lavorando tra Stati Uniti, Francia e Spagna. Adesso mi trovo a Madrid da 6 anni. Insieme ad alcuni amici siciliani abbiamo deciso di dar vita a questa comunità per aiutare i tantissimi corregionali che arrivano annualmente in Spagna. La nostra è un'associazione non di lucro, costituita l'8 Luglio e iscritta nel Registro Nazionale spagnolo. Al momento stimiamo che i siciliani presenti in Spagna, tra iscritti AIRE ( registro italiani all'estero) e non, possano arrivare fino a 100.000, per questo riteniamo fondamentale e necessaria la nostra presenza", spiega Caltabiano.

Il consiglio direttivo dell'associazione è naturalmente "made in Sicily": il presidente è lo stesso fondatore Alberto Caltabiano, vicepresidente è Andrea Saglimbeni di Taormina e la tesoriera è Giovanna Farigu di origini siciliane.

Foto Consiglio Direttivo-2

"La Sicilia è vista come una terra bellissima, ricca di storia e cultura, anche se purtroppo circolano video e immagini nei notiziari che mostrano le problematiche civiche e amministrative che stanno colpendo la nostra regione. Alcuni stereotipi come quello del binomio Sicilia-Mafia continuano ad esistere ed è per questo che uno dei nostri obiettivi della nostra associazione è quello di rimarcare come la nostra terra sia anche quella dell'antimafia e della lotta alla criminalità. Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare il nostro ente proprio a Falcone e Borsellino", continua Caltabiano.

"La nostra è un'associazione giovane. Abbiamo già tra i nostri soci dei giovani imprenditori, professionisti di settore, ingegneri e startupper, ma anche studenti e pensionati. Il 19 luglio abbiamo mandato in onda sui nostri canali il documentario RAI "Borsellino. L'ultima stagione" in lingua italiana con sottotitoli in spagnolo. Nelle prossime settimane abbiamo in programma numerosi eventi artistici e culturali nei quali proveremo a coinvolgere il Consolato Italiano in Spagna - conclude il presidente - In pochissimi giorni abbiamo ricevuto tantissime domande di adesione, richieste di informazioni e messaggi di auguri. I siciliani ci chiedono soprattutto la documentazione necessaria per vivere in Spagna e quali sono le condizioni lavorative e sociali. Noi proviamo a dare loro tutte le risposte di cui hanno bisogno, però allo stesso tempo spieghiamo che non sarà semplice vivere e integrarsi all'estero. Inoltre, cercheremo di creare un canale diretto con la Regione Sicilia per provare a dare il nostro contributo affinché si possa frenare questa emorragia migratoria e si possa continuare a dare futuro alla nostra amata terra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania-Madrid, nasce l'Asociaciòn Siciliani in Spagna-Falcone e Borsellino

CataniaToday è in caricamento