Palpeggiava i suoi alunni, condannato insegnante della "Edmondo de Amicis"

Era apprezzato dai genitori dei ragazzi. Questo motivo, si legge nella sentenza "gli consentiva di lasciarsi andare a palpeggiamenti sugli alunni più fragili e problematici, grazie alla stima e fiducia di cui godeva"

Ritenuto colpevole di avere palpeggiato alcuni suoi alunni. Un insegnante della scuola primaria Edmondo de Amicis di Catania è stato condannato a sei anni di reclusione per ''atti sessuali con minorenni''.

L'insegnante, con trascorsi sportivi e teatrali noti in città, era apprezzato da insegnanti e genitori dei ragazzi. Questo motivo, si legge nella sentenza ''gli consentiva di lasciarsi andare a palpeggiamenti sugli alunni più fragili e problematici, grazie alla stima e fiducia di cui godeva - rileva il Gup - e alla indifferenza dei colleghi, alcuni dei quali, nonostante le evidenze probatorie, lo hanno difeso ritenendo che fossero i bambini a non essere credibili''.

Dopo la denuncia di genitori di alcuni alunni, che si sono costituiti parti civili nel procedimento, sono state avviate le indagini. ''Non è una sentenza ma un incidente di percorso - afferma il legale dell'insegnante - e presenteremo ricorso in appello perchè siamo certi che la tesi, assolutamente infondata, non può reggere nel secondo grado di giudizio''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento