La città è “Insostenibile” secondo il Rapporto sulla Mobilità di Euromobility

La città etnea occupa il 40esimo posto nel Rapporto sulla Mobilità Sostenibile elaborato da Euromobility. La graduatoria riguarda le 50 principali città italiane

È uscito il 5° Rapporto sulla "Mobilità Sostenibile in Italia" per intenderci, tutte quelle modalità di spostamento in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici generati dalle automobili e moto.

Significa, quindi, meno inquinamento atmosferico e acustico, diminuzione degli ingorghi stradali, meno incidenti sulle strade, in poche parole una città a misura di uomo e di bambino.

Nella graduatoria del rapporto, elaborato da Euromobility con il contributo di Assogasliquidi, Consorzio Ecogas e Bicincittà e con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Catania si ritrova alla posizione numero 40, dopo Palermo e prima di Messina.

Nella top ten della classifica le città del nord e al primo posto Torino, grazie anche alle iniziative messe in campo dal Comune come il car sharing, bike sharing e mobility manager.

Per la prima volta Euromobility ha sondato anche le abitudini e i gusti dei cittadini che confermano la loro difficoltà a fare a meno delle quattro ruote. Oltre il 55% degli intervistati usa l’auto, nonostante solo per il 10% degli spostamenti ci si rechi fuori città.

Si conferma la diffusione di automobili a gpl e metano (oltre 7 auto su 100 sono a gas), anche se negli ultimi mesi la crescita si è arrestata a causa della mancanza degli incentivi che avevano contribuito a questo incremento. Ciò a dispetto delle richieste dei cittadini: l’85% vorrebbe che i carburanti gpl e metano costassero meno e l’82% invita il Governo ripristinare gli incentivi economici per l’acquisto o la trasformazione a gas della propria automobile.

Lieve flessione rispetto all’anno precedente del numero delle automobili circolanti: sono 60,67 ogni 100 abitanti nel 2010, contro le 61,13 del 2009. Le città con più auto sono Latina e L’Aquila con oltre 72 auto ogni 100 abitanti; Napoli, Torino e le città con il più alto numero di autovetture per kmq di territorio. Sempre Napoli conquista il record negativo delle auto più inquinanti: sono quasi il 60% le auto con più di 11 anni di vita. Firenze la città con il maggior numero di parcheggi a pagamento d’Italia (158 ogni 1.000 autovetture circolanti), seguono Bologna (154) e Ancona (133).

Il rapporto esamina anche la qualità dell’aria: la maglia nera delle polveri sottili PM10 va ad Ancona, che ha registrato il maggior numero di superamenti (140 rispetto ai 35 consentiti), seguita proprio da Torino (131). Per quanto riguarda la sicurezza sulle strade, la peggiore è Bergamo, dove si è registrato il maggior numero di incidenti ogni 100 abitanti (2,7), seguono Vicenza (2.1) e Salerno (2.0), mentre l’indice di mortalità più elevato (numero di morti ogni 100 incidenti) va a Potenza (4.8), seguita da Foggia e Campobasso (4.4).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento