menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Catania ricorda l'ispettore Raciti a 13 anni dalla sua scomparsa

Era il 2 febbraio del 2007 quando durante gli scontri prima del derby con il Palermo il poliziotto perse la vita

Sono trascorsi tredici anni dal quel terribile giorno in cui l’Ispettore Filippo Raciti perse la vita negli scontri dell’incontro di calcio Catania – Palermo. Come ogni anno si è svolta una sobria cerimonia e una messa, alla presenza dei familiari e dei colleghi del X Reparto Mobile dell’ispettore e i colleghi e i funzionari della Questura, sempre carica di emozioni.


Tutti uniti per un ricordo dell’uomo e del poliziotto che quel 2 febbraio 2007 con la sua morte in servizio ha lasciato un segno forte nelle anime di tutti gli agenti di polizia e che ha anche determinato un importante cambiamento di tutte le regole che governano le manifestazioni sportive.

"Il rinnovare della memoria di Filippo Raciti, vittima del dovere e medaglia d’Ooo al valor civile, rappresenta per noi tutti un esempio dove la morte di un servitore dello Stato, ha radicalmente cambiato il mondo del calcio a Catania e non solo", recita così una nota della questura etnea.

Come ogni anno, dopo il rito eucaristico è stata deposta una corona d’alloro presso il monumento dedicato al Caduto, nello spiazzo della “Tribuna Vip” dello stadio Massimino. Nelle prime ore della mattinata, non è mancato un momento di raccoglimento presso la tomba di Filippo Raciti, nel cimitero di Acireale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento