"Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

Ordinanza eseguita nei confronti di 13 soggetti, di cui 6 in carcere, 2 agli arresti domiciliari e 5 sottoposti all’obbligo di presentazione all’autorità di pubblica sicurezza

La polizia, su delega della direzione distrettuale antimafia di Catania, ha eseguito l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip per i delitti di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nei confronti di 13 soggetti, di cui 6 in carcere, 2 agli arresti domiciliari e 5 sottoposti all’obbligo di presentazione all’autorità di pubblica sicurezza.

L'operazione

I nomi dei soggetti coinvolti:

- Orazio Tenente, del 1994, in qualità di capo promotore;

- Michele Abate, del 1975;

- Angelo Carcione, del 1993;

- Antonino Di Gregorio del 1994;

- Matteo Crimi del 1980;

- Cosimo Iacobacci del 1986;

- Alessandro Guzzardi del 1989; 

- Osvaldo Martinez del 1992;

- Davide La Rosa del 2000;

- Salvatore Nicotra del 1967;

- Salvatore Platania del 1957;

- Antonio Scuderi del 1973;

- Luigi Tenente del 1988.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento