Cavalli in pessime condizioni scappati dalla stalla, i controlli delle volanti

Gli agenti delle volanti, inoltre, nel corso dell’attività pomeridiana di controllo del territorio, hanno denunciato varie persone per violazione delle norme anti-Covid19

Ieri pomeriggio, dopo aver ricevuto segnalazione da parte di un utente circa la presenza di diversi cavalli imbizzarriti in un terreno limitrofo alla base militare di Maristaeli, personale della squadra a cavallo della questura di Catania, è intervenuta al fine di comprendere quanto fosse accaduto. Sul posto, sono stati trovati ben undici cavalli, in pessime condizioni igienico-sanitarie, che erano scappati dalla stalla in cui erano tenuti, a causa della carente recinzione di confine del terreno in cui erano tenuti. Il proprietario, identificato per D.P., è stato denunciato per il reato di maltrattamento e malgoverno di animali e sanzionato amministrativamente per un ammontare di circa 36.000 euro.

Nello stesso pomeriggio, agenti delle volanti, nel corso dell’attività pomeridiana di controllo del territorio, hanno denunciato due giovani pregiudicati catanesi, V.S. e L.A., i quali all’interno di un fondo agricolo di contrada “Fondo Cardinale” stavano per bruciare i cavi di rame che avevano rubato in un’azienda vicina per spogliarli del rivestimento isolante in gomma. Alla vista della polizia i due hanno tentato di dileguarsi nascondendosi tra i cespugli, ma sono stati raggiunti dopo un breve inseguimento e denunciati per il reato di furto aggravato in concorso. I due sono stati sanzionati amministrativamente, per la violazione della normativa d’emergenza sanitaria, vigente ai sensi dell’art. 4 del D.L. n° 19 del 2020, essendosi spostati da casa senza giustificato motivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, un altro equipaggio, nel corso di un controllo eseguito in via Plebiscito, ha denunciato il pregiudicato A.F., trovato in possesso di arnesi e grimaldelli atti allo scasso che erano custoditi all’interno della propria autovettura. L’uomo è stato sanzionato ai sensi dell’art. 4 del D.L. n° 19 del 2020, stante l’illegittimo spostamento da casa. E ancora, una persona sottoposta alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, essendo stata sorpresa alla guida della propria autovettura, è stata sanzionata per la violazione della misura di prevenzione e per l’inosservanza del divieto imposto dalla normativa Covid-19. Nel corso della serata di ieri, infine, le volanti sono intervenute in via delle Calcare, dove un utente segnalava la presenza di un individuo sospetto introdottosi all’interno di un’abitazione. Giunte tempestivamente, le pattuglie identificavano un uomo, R.S. il quale è stato trovato in possesso di merce di dubbia provenienza: due macchine da cucire e due chitarre. E' stato, pertanto, denunciato per il reato di ricettazione e sanzionato amministrativamente per l’inosservanza del divieto imposto dalla normativa Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • La barca a vela più grande del mondo nelle acque di Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento