"Cavallo di ritorno" per l'auto rubata dopo il pranzo in via plebiscito: in carcere il cameriere

Si aprono le porte di piazza Lanza per il 47enne catanese Carmelo Minutola. L’uomo, lo scorso mese di aprile, si era reso responsabile di estorsione ai danni di un messinese

I carabinieri di Piazza Dante, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Catania, hanno arrestato il 47enne catanese Carmelo Minutola. L’uomo, nello scorso mese di aprile, si era reso responsabile di estorsione ai danni di un messinese al quale i soliti “ignoti” avevano rubato la sua Fiat Panda. In particolare, la vittima aveva denunciato ai carabinieri d’aver subito il furto mentre si trovava a pranzare in un ristorante nei pressi di via Plebiscito e che, nonostante le immediate ricerche effettuate nella zona, non era riuscito a trovare l’autovettura. Ecco però per il malcapitato materializzarsi la soluzione al problema. Era stato infatti avvicinato dal Minutola, cameriere in servizio proprio nel ristorante dove aveva appena finito di mangiare, il quale, dopo vari giri di inutili parole, si era proposto di poterlo aiutare nella restituzione dell’autovettura dietro versamento di un "cavallo di ritorno" di 800 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il malcapitato, pur consapevole dello sbaglio che stava per commettere, vinto dall’impossibilità di acquistare un’altra autovettura ha ceduto al ricatto e consegnava la somma all’intermediario che, da serio professionista del crimine, gli ha fatto ritrovare il veicolo. L’uomo però, per il quale quella somma rappresentava mesi di risparmio si è recato, stavolta a bordo della propria auto, nella caserma di Piazza Dante raccontando tutto ai militari che, dopo aver compendiato i necessari riscontri alle sue dichiarazioni all’autorità giudiziaria, hanno consentito l’emissione dell’ordinanza cautelare. L’arrestato è stato associato al carcere catanese di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento