Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Cavicondor, quattro lavoratori licenziati senza consultazione preventiva

Tutti i dipendenti della Cavincondor (una quarantina circa) nei giorni scorsi hanno proclamato all’unanimità “uno sciopero con lo scopo di bloccare tutte le attività produttive dell’ azienda,

Brutta sorpresa per quattro lavoratori della Cavicondor spa di Belpasso che si sono ritrovati licenziati senza consultazione preventiva con i rappresentanti sindacali. L’azienda giustifica la scelta con la perdita di commesse, ma i rappresentanti sindacali di Filctem Cgil, Jerry Magno, Femca Cisl, Giuseppe Coco, Uiltec Uil, Alfio Avellino, leggono nei licenziamenti una strategia riconducibile ad un’eventuale applicazione del Job’s Act.

Per questo tutti i dipendenti della Cavincondor (una quarantina circa) nei giorni scorsi hanno proclamato all’unanimità “uno sciopero con lo scopo di bloccare tutte le attività produttive dell’ azienda, decisione presa sicuramente a malincuore – si legge nel documento sindacale dei lavoratori- ma dettata dalla necessità di salvaguardare e dimostrare solidarietà ai colleghi licenziati; colleghi oltretutto che lavorano in questa azienda da oltre vent’anni. E non per ultimo, per evitare ulteriori licenziamenti sicuramente previsti dall’ azienda”.

Ma c’è di più, i sindacati avevano proposto l’attivazione di contratti di solidarietà con conseguente diminuzione dell’orario al fine di mantenere i posti di lavoro. L’azienda, invece, ha addossato parte del monte orario legato al lavoro dei quattro licenziati, ai rimanenti lavoratori. I dipendenti lamentano inoltre condizioni inadeguate, dall’organizzazione degli orari alle contestazioni spesso ingiustificate. Lo sciopero è stato proclamato a tempo indeterminato, sino a quando l’azienda non dimostrerà di voler contrattare nuove soluzioni alternative ai licenziamenti individuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavicondor, quattro lavoratori licenziati senza consultazione preventiva

CataniaToday è in caricamento