menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Censimento: pochi i questionari consegnati, multa di 206 € per i pigri

Sotto la media i questionari sul censimento consegnati in modo telematico nella città di Catania. E' questa la prima foto del territorio etneo scattata dall'Istat

Le operazioni del 15° censimento si concluderanno il 29 febbraio 2012, tuttavia ai cittadini si chiede di restituire i questionari prima di questa data, preferibilmente entro il 31 dicembre 2011. E, a poche settimane dallo scadere del termine chiesto la città di Catania è sotto la media per moduli compilati online.

Nonostante la sanzione per gli inadempienti alla compilazione del censimento è di 206 euro, il 40% delle famiglie non ha ancora risposto al questionario dell’Istat.

Il Capo del Dipartimento Censimento dell’Istat Andrea Mancini e il responsabile dell’ufficio comunale censimento Roberto Politano, ieri, durante una conferenza stampa  hanno fatto il punto sull’attività nel capoluogo etneo del 15°censimento generale della popolazione e delle abitazioni.

Per sollecitare i catanesi alla compilazione e consegna del modulo Istat dal 21 novembre sono entrati in campo i rilevatori. Su 123 mila famiglie catanesi coinvolte nel censimento, sono state fino a questo momento 78mila quella che hanno restituito il questionario compilato, con una percentuale poco inferiore del 60 per cento, che adesso chiama al lavoro i rilevatori con numeri civici alla mano per sollecitare i pigri e consegnare altri 12mila questionari a quanti per varie ragioni non li hanno ricevuti.

Inoltre, per facilitare la consegna delle domande è stato introdotto il sistema informatico ma fino ad ora pochi hanno usato internet, addirittura Catania registra una media inferiore rispetto alle altre città. I catanesi preferisco di gran lunga la consegna nei centri comunali di raccolta allestiti nelle Municipalità, dove sono, infatti, pervenuti il 40% dei modelli compilati.

Cosa verrà fuori da questo censimento? Intanto, Catania può già interrogarsi sul ritardo di sei punti percentuali registrato nella compilazione on line del questionario rispetto alla media siciliana, con un gap ancora più marcato rispetto a quella nazionale.

Nella città Etnea le operazioni censuarie si concluderanno il prossimo 29 febbraio, tuttavia i primi due mesi del 2012 saranno impiegati prevalentemente in operazioni interne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento