Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Vaccini nelle parrocchie, poche le adesioni e tanti gli accorpamenti

Nella provincia di Catania le adesioni sono state di gran lunga inferiori alle aspettative e molte parrocchie che avevano dato la propria disponibilità sono state "liberate", procedendo con gli accorpamenti

In provincia di Catania, così come nel resto della Sicilia, scatta oggi la vaccinazione nelle parrocchie per i cittadini di età compresa tra i 69 ed i 79 anni. Sono 5.867 le penotazioni registrate nella nostra regione, rispondendo all' iniziativa prevista dal protocollo d'intesa siglato tra il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, e la Conferenza episcopale siciliana, che prevede l'utilizzo dei locali delle parrocchie siciliane come punto vaccinale.

Nella nostra provincia, tuttavia, le adesioni sono state di gran lunga inferiori alle aspettative e molte parrocchie che avevano dato la propria disponibilità sono state "liberate", procedendo con gli accorpamenti. Il vaccino somministrato è AstraZeneca. Ad esempio a Pedara, presso l'istituto Salesiani, sono state accorpate le prenotazioni delle parrocchie di Nicolosi, Trecastagni, Viagrande e Pedara. Qui verranno somministrati 70 vaccini e finora sono state vaccinate 50 persone.

Di seguito i centri vaccinali attivi, come comunicato dalla Diocesi di Catania: Parrocchia Maria Ausiliatrice di Fossa della Creta, Istituto Salesiani del Sacro Cuore di Barriera, Istituto Salesiani di San Gregorio, Chiesa Madre di Misterbianco (presso la sede della Misericordia), Salesiani di Pedara, Chiesa Madre di Zafferana, parrocchia Santo Spirito di Paternò, Convento San Francesco di Biancavilla, chiesa di San Giuseppe di Bronte. Lo scopo dell'iniziativa, che sarà attiva fino alle 18 e 30 di oggi, è quello di accelerare il più possibile l'immunizzazione della popopolazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini nelle parrocchie, poche le adesioni e tanti gli accorpamenti

CataniaToday è in caricamento