Centro direzionale Cibali, il Consorzio: "Noi estranei al progetto del supermercato"

La nota dell'ufficio legale a precisazione delle notizie apparse sulla stampa relative ai lavori in un'area contigua a quella di pertinenza dello stesso Consorzio

"Il Consorzio Centro Direzionale Cibali, in merito ad articoli apparsi sulla stampa regionale negli ultimi giorni e a prese di posizioni di rappresentanze politiche locali a seguito dell’avvio dei lavori di costruzione di un supermercato in via Sabato Martelli Castaldi a Catania, ritiene necessario rendere noto di non avere nulla a che fare con il richiamato progetto commerciale che dovrebbe sorgere su di un’area solo adiacente ai terreni di sua proprietà, progetto promosso da soggetti estranei al Consorzio e con i quali non ha mai intrattenuto alcun genere di rapporto". Con queste parole inizia la nota inviata dai legali del Consorzio a precisazione delle notizie apparse sulla stampa relative alla costruzione di un supermercato in un'area contigua a quella di pertinenza dello stesso Consorzio.

"Non va comunque sottaciuto che il Consorzio da tempo persegue l’obiettivo di pervenire ad una sistemazione dell’ampio comprensorio di sua proprietà, esteso per circa 170.000 metri quadri sin da quando per alterne vicende esso è rientrato nell’ambito delle attività di Sicilcassa Spa, istituto in liquidazione coatta amministrativa e per tale ragione sottoposto alla sorveglianza della Banca d’Italia. Il Consorzio, dopo aver ricevuto il terreno in condizioni di semi abbandono ed in parte utilizzato come discarica abusiva, ha immediatamente avviato importanti lavori di pulizia e salvaguardia. Nello stesso tempo ha ricercato con le Giunte Comunali che si sono succedute negli ultimi dieci anni una condivisa destinazione alternativa a quanto consentito dal tuttora vigente Piano Regolatore della città. Mai sono state prospettate alle Amministrazioni ipotesi di attività speculative né intraprese iniziative volte a prevaricare le esigenze della locale collettività. Il Consorzio ha sempre ricercato il dialogo e la condivisione degli obiettivi che emergevano dalle risposte che le circoscrizioni, i sindacati, le associazioni, i cittadini hanno voluto far pervenire a seguito di espliciti inviti pubblicati sulla stampa locale. Sistematici e ripetuti sono stati gli incontri intrattenuti con gli stessi rappresentanti delle circoscrizioni, dei sindacati, delle associazioni e della locale comunità anche coinvolgendo la confinante parrocchia di S. Luigi e gli stessi istituti scolastici del quartiere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In attesa che il nuovo Piano Regolatore possa accogliere la proposta di variante urbanistica avanzata dal Consorzio, che prevede il dimezzamento delle cubature ora realizzabili secondo quanto attualmente assentito e la realizzazione di un grande parco pubblico secondo per dimensioni a Catania solo al Parco Bellini, l’unica iniziativa che si è resa possibile, in quanto corrispondente al vigente quadro urbanistico, è costituita dalla prevista realizzazione, in un ambito del comprensorio di proprietà di nessun pregio naturalistico, di circa 100 alloggi sociali. L’intervento, finanziato dalla Regione Siciliana e dalla Cassa Depositi e Prestiti, consentirà ad altrettante famiglie catanesi di accedere ad un alloggio ai canoni, inferiori ai prezzi di mercato, che saranno fissati da una convenzione con il Comune. Si tratta di un progetto reso possibile grazie alle risorse di uno specifico Fondo immobiliare a partecipazione pubblica che, proprio perché corrispondente a sentite esigenze abitative della locale comunità, ha trovato favorevole accoglimento tanto da parte della precedente Giunta Bianco che dell’attuale Giunta Pogliese. Il Consorzio favorirà il miglior esito sociale dell’iniziativa, che occuperà solo 16.000 metri quadri, cedendo il lotto di terreno a quotazioni inferiori a quelle di mercato. La proposta di variante urbanistica già a suo tempo avanzata dal Consorzio alla Giunta Bianco, e da questa approvata, e poi successivamente riproposta alla Giunta Pogliese, contempla altresì la cessione gratuita al Comune di Catania di circa 74.000 metri quadri per la realizzazione del grande parco pubblico che verrebbe organizzato in una componente agraria ed in una naturalistica, con valorizzazione di tutte quelle aree di pregio ambientale di cui il Consorzio in questi anni ha garantito la conservazione. Nella stessa logica che ha sin qui contraddistinto la sua azione, il Consorzio con l’occasione rinnova la sua piena disponibilità ad incontrare le rappresentanze della comunità catanese per approfondire tutti gli aspetti relativi al futuro dei terreni di sua proprietà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

  • Librino, in due sullo scooter con un neonato di 26 giorni nel mezzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento