Cronaca

Sequestrato centro di riproduzione e fertilità, la replica del responsabile della struttura

I legali del dott. Torrisi: "Intendiamo chiarire che le contestazioni risalgono al 2015 ed essendo fiduciosi nella magistratura aspettiamo sereni l’esito del processo esperendo,comunque,tutte le necessarie azioni volte a dimostrare l’estraneità ai fatti del dott. Torrisi"

In merito al sequestro del centro di medicina della riproduzione e fertilità, intervengono i legali del dott. Carlo Torrisi responsabile della struttura, gli avvocati Vittorio Lo Presti e Antonia Lo Presti. "Con la presente nota che chiediamo venga pubblicata a precisazione degli articoli di stampa pubblicati in data odierna relativamente al sequestro del centro suddetto ed ai reati contestati al dott.Torrisi, intendiamo chiarire che le contestazioni risalgono al 2015 ed essendo fiduciosi nella magistratura aspettiamo sereni l’esito del processo esperendo,comunque,tutte le necessarie azioni volte a dimostrare l’estraneità ai fatti del dott.Torrisi", si legge nella nota. "Comunque al momento intendiamo precisare che l’accusa di esercizio abusivo della professione non si riferisce alla qualifica del dott. Torrisi, medico altamente specializzato in materia di infertilità e regolarmente iscritto all’ordine dei medici di Catania, e che il centro continua ad operare serenamente nell’interesse ed a tutela dei pazienti", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato centro di riproduzione e fertilità, la replica del responsabile della struttura

CataniaToday è in caricamento