Controlli nelle case famiglia, trovate varie irregolarità in due strutture

In via Nuovalucello sono state ispezionate due comunità alloggio per ragazze minorenni. In entrambe sono emerse varie criticità per ciò che riguarda l'ordine, le condizioni igienico sanitarie e la conservazione degli alimenti

La polizia e l'Asp di Catania hanno effettuato dei controlli straordinari mirati alla tutela dei minori, stranieri e non, ospitati presso varie comunità alloggio della città. Precisamente, in via Nuovalucello sono state ispezionate due case famiglia per ragazze minorenni. All’interno della prima vi erano 10 italiane e una nigeriana, di età compresa tra i 14 e 17 anni.

Sono emerse significative criticità per ciò che riguarda l’ordine, la pulizia, le condizioni igienico sanitarie e la conservazione degli alimenti. Accertate anche violazioni in materia di possesso documentazione amministrativa e autorizzazione strutture ricettive. Emessa una multa di 1.032 euro per mancanza di esibizione di autorizzazione ed una seconda di 1000 euro per carenze strutturali nel locale dispensa.

La responsabile del centro dovrà risolvere entro 30 giorni i problemi di umidità nel locale dispensa, eliminare materiale non pertinente sugli scaffali riservati agli alimenti, eliminare il malfunzionamento del congelatore alimentare per eccessiva presenza di brina.

Successivamente, i controlli sono stati estesi ad una seconda comunità dove è stata accertata l’esistenza di una struttura, completamente abusiva con 13 ragazze minori extracomunitarie non accompagnate, affidate in regime di emergenza dall’assessorato servizi sociali in occasione degli sbarchi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono emerse carenze sia strutturali sia in ordine alle autorizzazioni di legge. Mancava l'autorizzazione del Sindaco o Regionale, i locali adibiti ad alloggio avevano diverse carenze strutturali ed igienico sanitarie e le finestre non erano a norma. Tutta la struttura a manufatto è realizzata in profilati metallici e legno, isolanti in prefabbricato e per queste ragioni verranno interessati i gli uffici competenti al fine di verificare il possesso dei requisiti urbanistici. Al momento del controllo non sono emersi immediati pericoli per la salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento