Centro per l'impiego di Giarre, lunghe file e utenza che deve attendere fuori al freddo

E' impossibile anche ricevere banali informazioni via telefono o via e-mail: telefono e computer rotti, pertanto la gente è costretta a recarsi di persona presso gli uffici di Giarre

“La gente inizia a fare la fila alle 6 del mattino anche se gli uffici aprono alle 9, chi arriva per primo stila una sorta di lista dei presenti in ordine di arrivo, per le persone che arrivano in anticipo di solo un'ora e mezza la sfortuna li classifica dopo 60 persone”. E' questa la testimonianza di Maria Donata, un'utente del centro per l'impiego di Giarre.

“Quando aprono gli uffici – continua l'utente - i dipendenti del centro per l’impiego non ci fanno entrare perché si creerebbe troppa confusione, quindi decidono di farci aspettare al freddo. Uno degli impiegati è sempre messo davanti la porta per dire chi entra e chi no, non c’è un elimina code, non utilizzano la sala d’attesa e tutto rimane così fino a che non arriva il tuo turno”.

E' impossibile anche ricevere banali informazioni via telefono o via e-mail: telefono e computer rotti, pertanto la gente è costretta a recarsi di persona presso gli uffici di Giarre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento