Centro storico: cede condotta fognaria, è allarme inquinamento

In via Crociferi, ha ceduto una condotta fognaria che fa parte del dell'antico sistema fognario della città: si è formato un blocco che disperde sia le acque nere che quelle bianche

In via Crociferi, poco sopra il monumento al cardinale Dusmet, ha ceduto una condotta fognaria che fa parte del dell'antico sistema fognario della città. Il crollo nella galleria, a sette metri di profondità, ha formato un blocco che disperde sia le acque nere che quelle bianche. Una parte dei liquami finisce a mare, inserendosi nella condotta sotterranea di via Etnea e poi nell'Amenano; un'altra parte si disperde sotto piazza S.Placido

Puccio La Rosa e il presidente della V commissione consiliare Lavori Pubblici Mimmo La Rosa hanno presentato al Comune un'interrogazione urgente: "Abbiamo chiesto interventi immediati, che vengano fatte analisi delle acque marine e dei fiumi che attraversano il centro di Catania, di valutare i danni già prodotti e di sollecitare il Commissario straordinario per le acque". "In tutta la città -conclude Puccio La Rosa-la rete delle fogne è lunga 475 chilometri: 25mila catanesi non sono collegati all'impianto di depurazione di Pantano D'Arci, altri 180mila non sono serviti affatto dalla rete fognaria anche se essa esiste nelle loro zone, e ben 65 mila persone non hanno neanche la rete".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessun pericolo, invece, secondo l'assessore all'Ambiente Claudio Torrisi: "La situazione è sotto controllo". E l'inquinamento ambientale? "Non c'è, è vero che gran parte dei palazzi del centro storico non è collegata alle fognature e gli scarichi originari vanno nel sottosuolo: non è una bella cosa ma una volta era così e la rete non é ancora completa. Catania, come molte altre città antiche, ha un inquinamento diffuso del sottosuolo. Ma sarebbe ancora peggio se i liquami fossero convogliati in un unico punto del sottosuolo: in quel caso ci sarebbe una concetrazione di inquinamento pazzesca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento