Cronaca Cappuccini / Via Etnea

Centro storico, lavoro nero: 2 denunce e ammende per 20mila euro

Ieri pomeriggio, in Via Etnea, i Carabinieri della Compagnia Piazza Dante, collaborati da personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, hanno controllato numerosi negozi di abbigliamento ed esercizi pubblici

Tempo di saldi e più lavoro per i commercianti. Un espediente al caos nei negozi: più manodopera. L'unico inconveniente, si tratta - quasi sempre - di manodopera in nero. Così, ieri  pomeriggio, in Via Etnea, alcune pattuglie di Carabinieri della Compagnia Piazza Dante, collaborate da personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, hanno controllato numerosi negozi di abbigliamento ed esercizi pubblici.

Ammontano ad una decina le attività commerciali sottoposte a verifica in pieno centro storico. Il bilancio finale è di due persone denunciate a piede libero e due attività proposte per la chiusura (un noto bar e un negozio di abbigliamento) dove sono emersi quattro lavoratori “in nero”.


L’operazione, infatti, aveva quale obiettivo il contrasto dello sfruttamento della manodopera “in nero”, per lo più costituita da giovani ragazzi (anche minorenni) del posto che, in difficoltà nel trovare un impiego stabile, pur di guadagnare qualcosa,  lavorano sottopagati e senza la minima tutela previdenziale. A seguito di tali controlli, nei confronti degli imprenditori in difetto è stata inoltrata proposta di chiusura dell’attività sino ad avvenuta regolarizzazione dei dipendenti “in nero”. Nella circostanza, sono state elevate ammende per 20 000 euro circa e registrati recuperi INPS/INAIL per 10 000 euro circa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, lavoro nero: 2 denunce e ammende per 20mila euro

CataniaToday è in caricamento