Centro storico, interrotto un summit di mafia del clan Carateddi

Nel pomeriggio di ieri la Squadra Mobile di Catania ha operato una irruzione in un piccolo appartamento del centro storico, bloccando 5 noti pluripregiudicati

Nel pomeriggio di ieri la Squadra Mobile di Catania ha operato una irruzione in un piccolo appartamento del centro storico, bloccando 5 noti pluripregiudicati, ritenuti ai vertici della cosca riferibile alla famiglia mafiosa dei Bonaccorsi, noti come Carateddi.

Nell’appartamento sono state trovate due pistole con matricola abrasa e completamente rifornite di munizioni, un revolver ed una semiautomatica con il colpo in canna. I cinque sono stati tratti in arresto insieme ad una donna che aveva messo a loro disposizione detta abitazione e che è stata in seguito rintracciata.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento