Cronaca

Cesame, lettera aperta dei vertici della cooperativa alle istituzioni

"L'avventura della nuova Cesame iniziata coraggiosamente quattro anni fa rischia di essere vanificata per la grave indifferenza delle istituzioni perché ritardi e ostacoli burocratici rischiano di vanificare tutti gli sforzi, compresi quelli economici"

"L'avventura della nuova Cesame iniziata coraggiosamente quattro anni fa rischia di essere vanificata per la grave indifferenza delle istituzioni perché ritardi e ostacoli burocratici rischiano di vanificare tutti gli sforzi, compresi quelli economici". 

E' quanto scritto in una lettera aperta dal presidente Sergio Magnanti e il Cda della Cooperativa Cesame di Catania, Salvatore Falsaperla e Vito D'Antoni, che lanciano un appello alle istituzioni chiedendo "impegni precisi".

"In ballo - sottolineano - ci sono 90 posti di lavoro che rischiano di essere bruciati a causa di un incomprensibile 'spirito masochistico' insieme all'esperienza, alla storia aziendale e alle grosse potenzialità che il gruppo di lavoratori porta in dote". 

Al governatore chiedono di "farsi carico personalmente e mettere in campo tutta la sua autorevolezza", a Vancheri viene chiesto di "fare tutto il possibile per sbloccare l'iter dei Contratti di Programma impantanatosi presso il Dipartimento del suo assessorato". A Bianco infine si chiede "che continui a vigilare e ad affiancare i soci della Cooperativa nella loro azione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesame, lettera aperta dei vertici della cooperativa alle istituzioni

CataniaToday è in caricamento