Cgil, Cisl e Uil: "Sit unitario al Katané chiaro segnale per la Coop"

I sindacati sottolineano la massiccia mobilitazione a tutela dei posti di lavoro di circa 400 dipendenti

La manifestazione e il timore del domani. La paura di una crisi, l'ennesima nel catanese, e la speranza. Si è visto questo durante il sit in di protesta dei lavoratori della Coop tenutosi quest'oggi dinanzi gli ingressi del centro commerciale Katané.

Un'adesione massiccia che ha reso soddisfatti i sindacati che hanno parlato di un "segnale chiaro per la Coop". 400 lavoratori che adesso aspettano risposte. 400 lavoratori che, chiamati a raccolta da Cgil, Cisl e Uil, hanno risposto "presente". 400 famiglie che chiedono certezze per il futuro.

I segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Filcams, Fisascat e Uiltucs Catania Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Enza Meli, Davide Foti, Rita Ponzo e Giovanni Casa hanno partecipato alla protesta delle lavoratrici e dei lavoratori della “Coop Alleanza 3.0”. La società gestisce gli ipermercati nei centri commerciali “Katanè”, “Le Zagare” e “Le Ginestre”, oltre a un supermercato a Bronte.

La triplice sindacale, con i lavoratori, hanno chiesto a gran voce il rispetto degli accordi firmati negli anni precedenti. Ciò, secondo i sindacati, deve portare alla tutela dell'occupazione.

Gli esponenti sindacali commentano così: “La significativa, massiccia, partecipazione allo sciopero unitario indetto a Catania dalle Segreterie provinciali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil è servita a ribadire la preoccupazione di 400 lavoratori in provincia di Catania per i mancati investimenti dell’azienda nei punti vendita in attività e nei sette che avrebbe dovuto aprire in Sicilia, prevalentemente a Catania. Questi impegni, assunti dalla Coop Alleanza per equilibrare l’accordo quadro firmato nel 2017 che prevedeva anche ammortizzatori sociali e flessibilità, non sono stati rispettati. Ognuno si assuma le proprie responsabilità nell’obiettivo della piena tenuta occupazionale e della produzione di investimenti seri in un territorio martoriato da migrazioni di grande aziende e vendite a spezzatino che hanno bruciato centinaia di posti di lavoro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento