Chiede aiuto ai carabinieri per difendersi dal compagno violento

I carabinieri di Aci Sant’Antonio hanno arrestato un 42enne di Acireale, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia

I carabinieri di Aci Sant’Antonio hanno arrestato un 42enne di Acireale, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia. Al 112 era giunta la telefonata di una signora terrorizzata che chiedeva aiuto all’operatore perché il proprio convivente, ancora una volta, era andato in escandescenze e voleva picchiarla al culmine di una discussione per futili motivi. La pattuglia della Stazione era stata così allertata dalla centrale ed in men che non si dica è riuscita a giungere presso l’abitazione della donna dove, effettivamente, ha trovato la poveretta in evidente stato d’agitazione e l’uomo che stava ancora inveendo nei suoi confronti. All’interno dell’appartamento, a testimonianza della violenta lite appena avvenuta, i militari hanno constatato la rottura delle suppellettili e di varie parti dei mobili e pertanto, stante la volontà della donna di formalizzare una querela nei confronti del compagno e visti anche gli specifici precedenti da quest’ultimo annoverati, è stato arrestato ed associato al carcere catanese di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento