Chiede il "cavallo di ritorno", la vittima lo denuncia e lui le brucia l'auto

E' successo a Trecastagni e l'uomo, un 55enne, si trova adesso in carcere

Aveva ricevuto "in consegna", lo scorso 10 marzo, una Fiat Panda rubata ad una donna di Trecastagni. L'ha contatta e ha chiesto il più classico dei "cavalli di ritorno", dietro il pagamento della benzina necessaria - a suo dire - per riportarle l'auto.

La vittima ha però denunciato il tutto ai carabinieri. Così Armando Pulvirenti, di 55 anni, per vendetta ha dato fuoco a un'altra auto della donna, una Renault Clio parcheggiata in via Sant'Andrea a Trecastagni.

A seguito delle indagini degli uomini dell'arma Pulvirenti è stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare direttamente nel carcere di piazza Lanza, dove già si trovava. Per lui le accuse sono di ricettazione, estorsione e danneggiamento seguito da incendio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento