Chiede permesso di soggiorno ma il passaporto è falso: arrestato

Il giovane originario del Mali si è presentato all'Ufficio immigrazione per chiedere la conversione del permesso così come previsto dall'ultimo decreto legge

Nella giornata di ieri gli agenti dell’Ufficio Immigrazione hanno arrestato il cittadino originario del Mali, T. M., di anni 22, il quale si era presentato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura per la richiesta di un permesso di soggiorno per conversione da motivi umanitari a lavoro subordinato, così come previsto dal nuovo decreto legge n. 130 del 22 ottobre. L’uomo, ai fini dell’acquisizione della pratica, ha esibito un passaporto che, da un accurato controllo di polizia scientifica, è risultato essere falso. L’arrestato aveva infatti alterato il passaporto sostituendo abilmente la pagina riportante la foto i dati anagrafici del titolare, particolare che però non è sfuggito agli occhi attenti del poliziotto allo sportello. Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi, d’intesa con il locale Gabinetto di Polizia Scientifica, al fine di individuare l’identità del soggetto che ha ceduto il proprio passaporto per permettere la fraudolenta sostituzione d'identità. L’arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento