Chiosco bar di via Acquicella, era allacciato abusivamente alla rete enel

Dopo aver ispezionato i locali dell'esercizio abilitato all'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, hanno accertato che l'attività era priva di autorizzazione comunale ed era allacciata alla rete idrica di un altro esercizio commerciale

Nella mattinata di ieri, ufficiali ed agenti della squadra di Polizia Amministrativa del Commissariato di “Librino”, nel corso di un  controllo ad un esercizio pubblico effettuato nell’ambito del servizio interforze denominato “Modello Trinacria” hanno arrestato A.C. classe ’68 per furto di energia elettrica presso il Chiosco Bar di cui è proprietario in questa via Acquicella n. 58

Gli ufficiali ed agenti del Commissariato, coadiuvati da tecnici della prevenzione dell’Igiene Pubblica, dopo aver ispezionato i locali dell’esercizio abilitato all’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, hanno accertato che l’attività era priva di autorizzazione comunale ed era allacciata alla rete idrica di un altro esercizio commerciale e, pertanto, adottavano un provvedimento di sospensione. 

Inoltre, l’esercente, che annovera precedenti penali per furto aggravato, aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete Enel (costituito da una linea del cliente di sezione 4x16 mm²) collegata alla morsettiera del quadro centralizzato Enel posizionato presso lo uno stabile della medesima via Acquicella.  Come disposto dall’Autorirà giudiziaria procedente, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento