Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Motta Sant'Anastasia

Chiusa discarica Tiritì per i comuni debitori

L'Ato ha un debito di oltre un milione. Fino a quando non verrà saldato, divieto per Adrano, Paternò, Motta Sant'Anastasia, Santa Maria di Licodia e Ragalna

E' chiusa la discarica di contrada "Tiriti", a Motta Sant'Anastasia per quei comuni che non hanno ancora versato le anticipazioni alla società Oikos, gestore dell'impianto.

I comuni "tagliati fuori" sono: Adrano, Paterno', Motta Sant'Anastasia, Santa Maria di Licodia e Ragalna.

L'Ato ha un debito di oltre un milione di euro per il periodo compreso tra gennaio e agosto 2012. Martedì, la società aveva accordato un termine di 24 ore per reperire la somma necessaria e aveva anticipato che non avrebbe più permesso il conferimento dei rifiuti dei Comuni morosi.

Vano il tentativo di mediazione del commissario liquidatore dell'Ato Catania3 Angelo Liggeri, il quale ha comunicato che, entro oggi, l'Ato verserà alla Oikos, oltre 62 mila euro a saldo di agosto 2012, per i Comuni di Biancavilla, Belpasso, Camporotondo Etneo e San Pietro Clarenza. Solo per questi Comuni, la discarica dovrebbe essere riaperta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusa discarica Tiritì per i comuni debitori

CataniaToday è in caricamento