Chiusura Cara di Mineo, i lavoratori protestano in prefettura

Presidio della Uil per chiedere risposte sul futuro occupazione in vista della cessazione delle attività del centro di accoglienza

Il centro di accoglienza più grande d'Europa si avvia verso la chiusura definitiva e sono tanti i lavoratori preoccupati per il loro futuro. Oggi la Uil ha promosso un presidio dinanzi la prefettura per chiedere risposte certe. Le proteste proseguono con lo stop, previsto nei prossimi giorni, di diverse categorie di lavoratori all'interno del centro.

Un centro che ha dato lavoro a centinaia di operatori del calatino per circa 7 anni. Inoltre diversi sarebbero i ritardi dei pagamenti pregressi dei lavoratori che acuiscono ancor di più la situazione di difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento