Cronaca Cibali

Cibali, Banco delle opere di carità: rubati furgone e alimenti destinati ai poveri

E' stata rubata gran parte degli alimenti destinati ai poveri della provincia etnea e, inoltre, è stato rubato il furgone Doblò utilizzato per la distribuzione. In una nota le associazioni chiedono "fino a quando le Istituzioni continueranno il loro silenzio e la loro inerzia sul quartiere Cibali?"

In tempo di crisi, i ladri prendono d'occhio anche gli alimenti destinati ai poveri. E così, dopo il caso di Ramacca, anche il Banco delle Opere di Carità di Cibali è stato preso d'assalto. Lunedì notte, infatti, il magazzino del Banco è stato saccheggiato.

Francesco Passantino, presidente del Boc- Sicilia e del Consorzio Sol.co ha raccontato di aver trovato manomesso lo sportello dell'apertura elettrica del magazzino. E' stata rubata gran parte degli alimenti destinati ai poveri della provincia etnea e, inoltre, è stato rubato il furgone Doblò utilizzato per la distribuzione.

In una nota - firmata da Passantino, Dino Barbarossa della Fondazione Ebbene, Giusi Palermo della Fondazione Natività Consorzio Elios etneo e padre Roberto Mangiagli della parrocchia Natività del Signore - si legge: " Chi lotta per portare legalità e solidarietà in un quartiere che vive nell'indifferenza delle Istituzioni, è stato preso d'assalto dalla criminalità. Siamo stati lasciati soli. Il quartiere di Cibali è stato abbandonato dalle Istituzioni e in particolar modo dalle Forze dell'Ordine, e questo ennesimo episodio di criminalità è soltanto l'ultimo di una serie di atti violenti perpetrati nel territorio. La situazione è divenuta insostenibile".

"Meno di due mesi fa avevamo chiesto un incontro con il prefetto di Catania. Fino a quando - conclude la nota - le Istituzioni continueranno a permettere con il loro silenzio e la loro inerzia che il quartiere Cibali sia terra di nessuno?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cibali, Banco delle opere di carità: rubati furgone e alimenti destinati ai poveri

CataniaToday è in caricamento