rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Furti elettrici e randagismo al cimitero, l'assessore Arcidiacono: "Predisposto progetto per la sicurezza"

Sono diversi i cani randagi che stazionano all'interno del cimitero di Catania. La denuncia del M5s in consiglio comunale che ha evidenziato anche l'assenza di energia elettrica in molte aree. L'esponente della giunta ha annunciato la predisposizione di interventi con il sostegno della Regione

Sono diversi i problemi che attanagliano il cimitero di Catania. Alcuni sono stati sollevati nel corso dell'ultima seduta del consiglio comunale dal Movimento Cinque Stelle. In particolare Graziano Bonaccorsi ha puntato l'indice sulla mancanza di energia elettrica che lascia alcune porzioni completamente al buio e sulla presenza dei cani randagi all'interno della struttura. Il primo problema è causato dai continui furti che vengono perpetrati: i ladri prendono di mira i cavi per cui si è costretti a far fronte a una continua emergenza. La presenza dei cani, invece, pare che sia "aiutata" da qualcuno che ha creato loro - sotto ad una pensilina - un giaciglio, cucce e dando loro cibo e ossa.

Randagismo dentro il cimitero

I cani non sono aggressivi ma di certo scorazzano per le tombe e lasciano i loro bisogni ovunque. "E' normale - ha detto Bonaccorsi - avere un cimitero in queste condizioni? E' normale il fatto che i visitatori devono togliere le deiezioni canine dalle tombe e devono camminare al buio?". Sui punti sollevati il nostro giornale ha sentito l'assessore con delega alla protezione animale Michele Cristaldi il quale ha detto di essere al corrente della situazione e verranno predisposti interventi a breve. 

"Stiamo approfondendo la situazione del cimitero - ha detto l'assessore - e stiamo verificando per agire tempestivamente". Mentre per quanto riguarda il resto delle problematiche evidenziate ha risposto a Catania Today l'assessore ai servizi cimiteriali Giuseppe Arcidiacono: "Proprio di recente ho parlato con l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone. Infatti abbiamo bisogno del sostegno della Regione per mettere in sicurezza il cimitero e proteggerlo da un vandalismo che è immorale, sia per i defunti sia per i visitatori. Ho avuto la disponibilità dell'assessore per il supporto del progetto che abbiamo stilato e che ammonta a 900mila euro".

Nello specifico il progetto prevede la messa in sicurezza del cimitero, consentendo così di evitare furti e anche il troppo "traffico" all'interno: "Cercheremo di ridurre il traffico veicolare consentendo l'accesso a chi ne ha necessità e diritto; dovremo attendere le procedure per la gara e l'aggiudicazione quindi il problema credo che potrà essere risolto dopo i tempi tecnici necessari e ci stiamo lavorando".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti elettrici e randagismo al cimitero, l'assessore Arcidiacono: "Predisposto progetto per la sicurezza"

CataniaToday è in caricamento