rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Via Umberto / Via Antonino di Sangiuliano

Via Sangiuliano, sequestrato il cinema "Sarah": da porno a bordello

Le sale cinematografiche venivano utilizzate "con il solo scopo di permettere che all'interno si svolgessero prestazioni sessuali a pagamento offerte da persone di sesso maschile (omosessuali, transessuali, ragazzi di giovane età anche minorenni) a uomini"

C'è anche il cinema "Sarah" di Catania tra quelli sequestrati dalla polizia locale nell'ambito di un'operazione condotta dalla Procura di Milano. Gli altri riguardano Milano, Genova e Mestre.

Stando alla ricostruzione degli inquirenti, le sale cinematografiche venivano utilizzate "con il solo scopo di permettere che all'interno si svolgessero prestazioni sessuali a pagamento offerte da persone di sesso maschile (omosessuali, transessuali, ragazzi di giovane età anche minorenni) a uomini che, con il pretesto della visione cinematografica potevano usufruire di tali prestazioni pagando il solo biglietto per la visione del film".

Nell'ambito della stessa operazione, sono state arrestate tre persone, responsabili e amministratori dei cinema e il pm Ester Nocera ha notificato un documento di conclusione delle indagini ad una ventina di persone.

"Le prestazioni sessuali - si legge nel documento di chiusura delle indagini - potevano svolgersi liberamente in ogni luogo (sala proiezione, bagni, atrio)". Il pm osserva che in sala venivano proposti "spezzoni di film senza alcuna trama oppure ripetuti senza soluzione di continuità".

A due delle tre persone arrestate viene contestato di essere stati amministratori e proprietari di una società, con sede a Catania, che avrebbe concesso in affitto gli immobili adibiti a sale cinematografiche e di averne affidato la gestione ad una terza persona, con lo scopo, in sostanza, di trasformarle in bordelli gay. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Sangiuliano, sequestrato il cinema "Sarah": da porno a bordello

CataniaToday è in caricamento