Cingalese perseguita ex datore di lavoro a San Giovanni La Punta: arrestato

L’uomo, già sottoposto al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, ieri pomeriggio è tornato alla carica e si è introdotto illegalmente nell’abitazione del suo ex datore di lavoro

I Carabinieri di San Giovanni La Punta hanno arrestato un cingalese di 31 anni, per atti persecutori e violazione di domicilio. L’uomo, già sottoposto al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, ieri pomeriggio è tornato alla carica e si è introdotto illegalmente nell’abitazione del suo ex datore di lavoro, in via Brindisi, per risolvere a modo suo alcune pregresse questioni lavorative.

Il proprietario di casa impaurito, ha chiamato il 112 che ha immediatamente inviato sul posto una gazzella del pronto intervento che è riuscita a bloccare ed arrestare l’extracomunitario, trattenuto in camera di sicurezza in attesa di essere giudicato per direttissima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento