Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Circonvallazione, sempre più caos: lavori dell'Enel e Bianco apre indagine interna

Il sindaco Bianco, avendo appreso di un rallentamento del traffico causato da lavori per la posa di cavi, ha immediatamente convocato la Giunta e alcuni dirigenti e funzionari comunali per comprendere da chi fosse stata autorizzata l'apertura del cantiere

Traffico su traffico alla Circonvallazione. A peggiorare, infatti, la situazione - già "delicata" per il post abbattimento del ponte Gioeni - si mette anche l'Enel. Il sindaco Bianco, avendo appreso di un rallentamento del traffico causato da lavori per la posa di cavi, ha immediatamente convocato la Giunta e alcuni dirigenti e funzionari comunali per comprendere da chi fosse stata autorizzata l'apertura del cantiere.

È risultato che l'autorizzazione era stata firmata in settembre dagli uffici comunali senza però informare l'Amministrazione. Per questo motivo è stata disposta un'indagine interna.

Inoltre, a seguito di un sopralluogo svolto nella zona del cantiere da parte dell'Utu, è stato scoperto che questo era stato allargato rispetto allo spazio previsto, invadendo la corsia di marcia nord del viale Odorico da Pordenone. Ciò ha determinato una paralisi del traffico sulla circonvallazione, con gravi disagi per la cittadinanza.

All'Enel è stata dunque contestata, con un provvedimento emesso nel pomeriggio di ieri, la mancanza del rispetto delle norme relative agli scavi in sede stradale e revocata l'autorizzazione per i lavori di scavo nei viali Andrea Doria, Odorico da Pordenone, Marco Polo e in via Padre S. Pernet.

L'Enel dovrà adesso ripristinare immediatamente il manto stradale "per garantire la sicurezza pubblica".

L'azienda è stata invitata a un tavolo tecnico per concordare le modalità di intervento compatibilmente con l'esigenza del traffico e l'incolumità e la
sicurezza della collettività.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circonvallazione, sempre più caos: lavori dell'Enel e Bianco apre indagine interna

CataniaToday è in caricamento