Metalmeccanici, Cisl: "Il nuovo contratto c'è ma in Sicilia la burocrazia blocca il settore"

" A Catania le aziende che lavorano con gli appalti Enel con circa 900 lavoratori altamente professionalizzati rischiano di perdere le commesse per mero ostruzionismo burocratico" afferma Piero Nicastro, segretario generale Fim Cisl

C’è l’ipotesi del nuovo contratto ma in Sicilia sono migliaia i metalmeccanici che rischiano di perdere il lavoro per la mancanza di investimenti pubblici. E a Catania, più di 900 lavoratori degli appalti Enel temono per il proprio futuro. È l’allarme lanciato dalla Fim Cisl Sicilia, che oggi nel capoluogo etneo ha tenuto il consiglio regionale, alla presenza del segretario nazionale Ferdinando Uliano, del segretario regionale Cisl, Giorgio Tessitore, e i segretari dei territori Siciliani e rispettivi delegati.

"Sono tante le vertenze di crisi aziendali territoriali e che ancora non trovano soluzione – ribadisce Piero Nicastro, segretario generale Fim Cisl Catania - con migliaia di lavoratori metalmeccanici rischiano di perdere il lavoro per la mancanza di investimenti pubblici che possano rilanciare le aziende siciliane". "A Catania – sottolinea – le aziende che lavorano con gli appalti Enel, con circa 900 lavoratori e relativo indotto, altamente professionalizzati, rischiano di perdere le commesse per mero ostruzionismo burocratico. La FIM porrà la questione a tutti i livelli istituzionali, non consentiremo la destrutturazione del lavoro dei siciliani". Tessitore si sofferma sull'accordo del 28 settembre scorso, tra Governo e Cgil-Cisl e Uil che, secondo quanto emerso tra i metalmeccanici, "è importante per la salvaguardia di quanti hanno perso il posto di lavoro e non dispongono di ulteriori ammortizzatori sociali per i quali non incide il prestito anticipato sulla pensione, ma è indispensabile pensare a un sistema più corposo a tutela delle generazioni future".

La recente ipotesi di accordo sul rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici, raggiunto sabato 26 novembre, tra Federmeccanica e FIM-FIOM e UILM coinvolge oltre un milione e seicentomila lavoratori metalmeccanici in Italia. "Si tratta di un contratto forte e innovativo – commenta Uliano – che prevede capitoli fondamentali quali la partecipazione, la formazione soggettiva dei lavoratori, il welfare e la tutela del reddito. Ci sono riconoscimenti economici diretti e indiretti, come ad esempio l’estensione della sanità integrativa, introdotta con i precedenti contratti attraverso la costituzione del fondo MètaSalute, dall'1/10/2017 a tutti i lavoratori con contributo di 156 Euro a carico dell'azienda".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra gli altri punti importanti dell’ipotesi di nuovo contratto ci sono anche l’inquadramento professionale, per il quale è stato definito un percorso che consentirà di riformare l’attuale sistema d’inquadramento risalente al 1973. Durante la vigenza del contratto la Commissione paritetica nazionale avrà il compito di supportare, analizzare le sperimentazioni in corso, e di presentare una proposta che consenta di definire una riforma complessiva. In materia di lavoro, un ruolo strategico avranno le politiche attive per promuovere l’occupabilità e favorire la riqualificazione e il reinserimento lavorativo. Per gli appalti pubblici e il cambio-appalto nell’ambito dei pubblici servizi, viene introdotto il principio della salvaguardia dell'occupazione, con una procedura di confronto preventivo con la RSU e il sindacato per la tutela del lavoro. La contrattazione aziendale viene rafforzata, e si spingerà per l'estensione anche nelle piccole aziende che oggi ne sono prive. Nelle grandi imprese, vengono costituiti comitati di partecipazione per un confronto più forte sulle strategie industriali e la tutela dell'occupazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento