Cisl: mobilitazione sindacale per ammortizzatori sociali in deroga

Prosegue la mobilitazione sindacale sul fronte degli ammortizzatori sociali in deroga. A dare la notizia è la Cisl: "continuerà a tenere alta la pressione, fino alla risoluzione della vertenza"

Ieri a Catania, oggi dalle 9.30 davanti all'ufficio provinciale del Lavoro, a Palermo. Lunedì 2 luglio a Trapani e a seguire nelle altre sei province della Sicilia. E dappertutto, alle iniziative di lotta si accompagneranno incontri coi prefetti. Prosegue cosi' la mobilitazione sindacale sul fronte degli ammortizzatori sociali in deroga.

A dare la notizia è la Cisl che, per voce di Maurizio Bernava e Giorgio Tessitore, segretario generale e componente della segreteria regionale, fa sapere che ''continuerà a tenere alta la pressione, fino alla risoluzione della vertenza''.

''Siamo impegnati a dare speranza a migliaia di lavoratori che versano in condizioni economiche e umane assai difficili" affermano i due sindacalisti, ponendo l'accento, in particolare, sui ''tanti che, senza un esito positivo di questa vertenza, si ritroverebbero in breve tempo senza lavoro, senza tutela e senza alcuna indennita'''. Per la Cisl, ''sulla Regione gravano responsabilita' che si riverberano anche, pesantemente, sul rapporto con il ministero del Lavoro''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche per il contenzioso ancora aperto con l'Inps, rimarca il sindacato, che punta il dito sulla ''erogazione delle somme poste a carico del Fondo sociale europeo che, per dettato Ue, possono essere corrisposte solo mano a mano che sia certificata la spesa per politiche attive del lavoro''. Su questo fronte, pero', denuncia il sindacato, la Regione segna un ''colpevolissimo ritardo''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Sono uscito per vendere droga", lo dichiara nell'autocertificazione: arrestato

  • Coronavirus, l'avanzata resta costante: in Sicilia 73 nuovi casi, a Catania +30

  • "A casa con febbre e tosse, ma nessun tampone", il racconto di un giornalista di CataniaToday

  • Coronavirus, al Garibaldi già dieci guariti con la terapia "combinata"

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia con +71 rispetto a ieri: a Catania solo +3

  • I casi positivi nella provincia di Catania sono 453 ( + 48): aumentano i ricoverati

Torna su
CataniaToday è in caricamento