Cronaca

Cisl: mobilitazione sindacale per ammortizzatori sociali in deroga

Prosegue la mobilitazione sindacale sul fronte degli ammortizzatori sociali in deroga. A dare la notizia è la Cisl: "continuerà a tenere alta la pressione, fino alla risoluzione della vertenza"

Ieri a Catania, oggi dalle 9.30 davanti all'ufficio provinciale del Lavoro, a Palermo. Lunedì 2 luglio a Trapani e a seguire nelle altre sei province della Sicilia. E dappertutto, alle iniziative di lotta si accompagneranno incontri coi prefetti. Prosegue cosi' la mobilitazione sindacale sul fronte degli ammortizzatori sociali in deroga.

A dare la notizia è la Cisl che, per voce di Maurizio Bernava e Giorgio Tessitore, segretario generale e componente della segreteria regionale, fa sapere che ''continuerà a tenere alta la pressione, fino alla risoluzione della vertenza''.

''Siamo impegnati a dare speranza a migliaia di lavoratori che versano in condizioni economiche e umane assai difficili" affermano i due sindacalisti, ponendo l'accento, in particolare, sui ''tanti che, senza un esito positivo di questa vertenza, si ritroverebbero in breve tempo senza lavoro, senza tutela e senza alcuna indennita'''. Per la Cisl, ''sulla Regione gravano responsabilita' che si riverberano anche, pesantemente, sul rapporto con il ministero del Lavoro''.

Anche per il contenzioso ancora aperto con l'Inps, rimarca il sindacato, che punta il dito sulla ''erogazione delle somme poste a carico del Fondo sociale europeo che, per dettato Ue, possono essere corrisposte solo mano a mano che sia certificata la spesa per politiche attive del lavoro''. Su questo fronte, pero', denuncia il sindacato, la Regione segna un ''colpevolissimo ritardo''.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl: mobilitazione sindacale per ammortizzatori sociali in deroga

CataniaToday è in caricamento